L.112/2013

Claudio Borgianni, presidente | incarico non retribuito, conferito nell'atto di costituzione della Fondazione redatto in data 24/01/2022 e registrato a Bologna al n. 2763 serie 1T | durata incarico 5 anni

Personalità eclettica, Claudio Borgianni dopo gli studi musicali, si dedica al teatro collaborando con varie compagnie in Italia e all’estero. Nel 2009 firma la drammaturgia dello spettacolo Per anima sola sulla figura del famoso castrato Senesino, con L’Accademia Bizantina per il Festival Contemporaneamente Barocco. Nel 2010 collabora con l’Orchestra La Verdi per un progetto dedicato al Settecento Napoletano. Collabora come autore al CD “Tutta colpa dell’amore” di Roberto e Marinella Ferri.

Dal 2006 al 2011 dirige la compagnia Bauci Teatro realizzando produzioni artistiche tra cui “Storia di un fiore che Dio fece nascere per sbaglio” sulla figura della poetessa Dina Ferri in cui la prosa, la danza e la musica diventano gli elementi artistici di cui Claudio si serve dando vita al progetto Soqquadro Italiano che fonda nel 2011 insieme a Vincenzo Capezzuto per il quale ha ideato i seguenti progetti come: Da Monteverdi a Mina, Schubert, Vivaldi project, The Passion Bach project, Who’s afraid of Baroque?. Nel 2018 è stato invitato dalla Szeged Contemporary Dance Company per la realizzazione delle musiche del balletto Orfeo&Euridice per la coreografia di Enrico Morelli, inoltre è invitato a realizzare una nuova produzione dell’Oratorio di Natale di Camille Saint Saëns curando gli arrangiamenti musicali per Soqquadro Italiano e Orchestra.

Dal 2020 inizia a collaborare con Romagna Musica come project manager e direttore di produzione.

Dal 2022 assume la presidenza della Fondazione Entroterre. 

MARCO BORREGA, vice-presidente | incarico non retribuito, conferito nell'atto di costituzione della Fondazione redatto in data 24/01/2022 e registrato a Bologna al n. 2763 serie 1T | durata incarico 5 anni

Marco Borrega è il Vice Presidente della Fondazione Entroterre. 

Nasce nell'associazione Arci Ragazzi dove sviluppa numerosi progetti di integrazione sociale e crea il suo percorso di crescita parallelo agli studi in ambito di economia e marketing, grazie all'Arci sviluppa progetti in collaborazione con la Fondazione Exodus Onlus di Don Antonio Mazzi e con Radio Città del Capo. Ha militato per anni nei giovani imprenditori di Confindustria, percorso che stimola la conoscenza in ambito aziendale. Si è sempre dedicato a battaglie in ambito sociale, tra le tante la costituzione del Comitato Troviamo i Bambini, che dava supporto alle famiglie dei minori scomparsi e per il quale è stato chiamato in qualità di esperto in commissione parlamentare. Si è reso partecipe della costituzione di un comitato locale per la difesa di un area verde pubblica e adibita alle famiglie che voleva essere cementificata per lasciar spazio a parcheggi aziendali. 

L'attività principale risiede nel ruolo tuttora ricoperto di consulente strategico per diverse aziende, cooperative e fondazioni, attività che si avvia dal 2012 e che prosegue a tutt'oggi dopo alcuni percorsi imprenditoriali quali la costituzione della più grande rete d'impresa che eroga formazione e crescita professionale alle piccole e medie imprese, denominata Neicos, nel percorso di consulente/formatore ha collaborato anche con la FAV, il maggiore ente di formazione finanziata dell'Emilia Romagna.

Ha ricevuto incarichi nella Round Table International, associazione di cui è stato Presidente nel 2017 e 2019 promuovendo numerose attività di volontariato e di aggregazione. Negli anni passati è stato premiato per l’innovazione aziendale della Camera di Commercio di Bologna ed è vincitore del  premio come miglior progetto sul sociale rilasciato da IBIS Awards.

MARCO ESPOSITO, segretario | incarico non retribuito, conferito nell'atto di costituzione della Fondazione redatto in data 24/01/2022 e registrato a Bologna al n. 2763 serie 1T | durata incarico 5 anni

L’Avv. Marco Esposito, svolge la professione forense dal 2010 occupandosi prevalentemente di Diritto Amministrativo (appalti, concessioni, edilizia e urbanistica, pubblico impiego); inoltre svolge corsi di formazione a soggetti pubblici e privati con riferimento al settore scolastico (scuole, reti di scuole, associazioni di dirigenti scolastici). E’ inoltre cultore della materia in Diritto dell’Ambiente presso l’Università degli studi di Bologna.

ALBERTO GOVONI, consigliere | incarico non retribuito, conferito nell'atto di costituzione della Fondazione redatto in data 24/01/2022 e registrato a Bologna al n. 2763 serie 1T | durata incarico 5 anni

Il Dott. Alberto Govoni, nato a Bologna nel 1959, ha fondato il suo Studio nel 1984, dopo aver conseguito a pieni voti la laurea in Economia e Commercio presso l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna e aver sostenuto l'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di Dottore Commercialista e Revisore Contabile presso l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Bologna.​

Il Dott. Govoni si occupa di consulenza societaria, fiscale, contrattuale e di assistenza tributaria.

Come Revisore Legale si è specializzato, oltre che in ambito societario, anche come Certificatore di progetti europei e regionali svolti da Enti di Ricerca (CNR e Università) e da società private.

A seguito dell'attività trentennale svolta presso Associazioni dei Proprietari Immobiliari, anche a carattere nazionale, ha conseguito una forte specializzazione nel settore immobiliare, grazie anche all'attuale incarico presso l'Assoproprietari AIPI di Bologna.

MAGNANI ELISA, consigliere | incarico non retribuito, conferito nell'atto di costituzione della Fondazione redatto in data 24/01/2022 e registrato a Bologna al n. 2763 serie 1T | durata incarico 5 anni

Elisa Magnani è professoressa associata di Geografia Umana presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Università di Bologna.

Coordina il corso di laurea magistrale in Geografia e processi territoriali e insegna diversi corsi di Geografia umana, dello sviluppo e Geographies of global challenges, in inglese, sul nesso tra cambiamenti climatici e mobilità.

La sua ricerca si concentra su due temi: il turismo culturale – in particolare il turismo della memoria - e il cambiamento climatico come fattore territoriale, indagando in particolare la sua connessione con la mobilità umana e il turismo.

LUCA DAMIANI, direttore artistico Entroterre Festival | compenso €7.500,00, conferito con accordo verbale del 01/02/2022 e con durata di 3 anni

Giornalista, autore e conduttore radiofonico, ottimo critico musicale, è conosciuto soprattutto come voce storica di Radio3. Attualmente è in onda tutti i pomeriggi alle 18 con il programma Sei gradi che mette in atto, attraverso la musica la teoria dei “Sei gradi di separazione” secondo cui qualunque persona può essere collegata a qualunque altra attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari. Luca Damiani è anche uno scrittore. Ha esordito nel 1990 con il romanzo “Guardati a vita”, ed. Marsilio, con il quale ha vinto il premio Grinzane Cavour opera prima e l’anno successivo con il romanzo “Una, fatale” il Premio Fiesole. Nel 1995 ha pubblicato i racconti “Che ne sarà di lei?”, nel 1997 il romanzo “Il baro”, ed. Marsilio, nel 1998 “Saper vivere”, un galateo per il 2000, nel 2004 con Castelvecchi ed. pubblica il saggio “Le Bufale”, sulle beffe mediatiche.